SIMONASODINI.IT è ON LINE! Due Chiacchiere con SIMONA …

//SIMONASODINI.IT è ON LINE! Due Chiacchiere con SIMONA …

sodini home– Ciao Simona. Finalmente anche tu hai un tuo sito ufficiale che ti darà ulteriore visibilità. Come mai questa scelta di creare un tuo portale?

“L’idea del portale c’è sempre stata, in realtà per quanto riguarda il sito ci avevo già pensato diversi anni fa. Ora, date le numerose richieste delle persone che mi stimano e mi seguono, ho deciso di consacrarlo…per essere seguita ancora di più da chi ama il mio mondo, il calcio”.

– Raccontaci qualcosa di questa stagione appena passata e di quella che ti accingi ad affrontare. Quali aspettative hai?

“L’anno appena passato è stato del tutto non semplice. Affrontavamo la serie A con una squadra giovane e inesperta e dopo un inizio un pochino in salita abbiamo dato modo di far vedere ed imporre il nostro gioco. Peccato solo che poi la sorte ha voluto che retrocedevano sei squadre…”.

– A che punto è il processo di crescita del calcio femminile? Cosa pensi si possa fare di più?

“Piano piano c è una piccola crescita, si vede dalle informazioni e da diversi interessi che oggi anche il mondo maschile ha nei confronti del calcio femminile. Società, vedi la Fiorentina, che ha investito sul calcio femminile ed ha accorpato le due società, credo ne sia un esempio evidente”.

– Presentaci un po’ le tue compagne…con chi hai legato di più? Tra le più giovani, anche di altre squadre, chi vedi interessante e che potrà avere un futuro positivo?

“Per quanto riguarda le giovani che ci sono in Italia vedo tanta prospettiva in futuro per Manuela Giuliano. Mi piace molto il suo modo di giocare. A Cuneo credo ci siano tante giovani che possono e hanno le carte in regola per poter far parlare di sè in futuro, una fra tutte secondo me Emma Errico”.

– Sappiamo che anche fuori dal campo ti dai da fare con iniziative ed eventi. Quali sono i tuoi prossimi impegni?

“Si, ho partecipato a tanti eventi sia di natura sportiva che in altri ambiti, questo mi fa molto piacere e sono contenta di poter portare le mie testimonianze e la mia immagine al di fuori del rettangolo di gioco”.